Nulla = materia + antimateria

Posted on 9 dicembre 2010

3



Un fascio d’elettroni altamente energetici, combinato con un impulso laser, lacera il vuoto nelle sue componenti di materia e antimateria, generando coppie addizionali di particelle. Sono state scoperte nuove equazioni che forniscono un modello in grado di stabilire l’intensità di fascio laser necessaria a promuovere la creazione di più particelle ed antiparticelle rispetto a quelle prodotte finora da un acceleratore.

In altre parole, nelle giuste condizioni, è possibile creare qualcosa dal nulla. Questi sono i risultati della ricerca condotta da un gruppo di scienziati dell’Ecole Polytechnique (Palaiseau, Francia) e dell’Università del Michigan.

“Ora possiamo calcolare come, da un singolo elettrone, possano essere prodotte diverse centinaia di particelle – ha detto il ricercatore Igor Sokolov – riteniamo che sia ciò che avviene in prossimità delle pulsar e delle stelle di neutroni. Seguendo il fisico teorico Paul Dirac, possiamo dire che il vuoto è la combinazione di materia ed antimateria, di particelle e antiparticelle. La loro densità è enorme, ma non possiamo percepire alcuna di esse perché i loro effetti osservabili si cancellano l’uno con l’altro”.

“In un forte campo magnetico, questa annichilazione, che tipicamente funziona come un pozzo, può essere una fonte di nuove particelle – ha sottolineato il fisico John Nees – durante l’annichilazione compaiono fotoni gamma, che possono produrre ulteriori elettroni e positroni”.

Matteo Vitiello

Leggi anche:

Computer quantistici: tutto l’Universo in un Qubit

Le tecnologie ad energia libera


Add to FacebookAdd to DiggAdd to Del.icio.usAdd to StumbleuponAdd to RedditAdd to BlinklistAdd to TwitterAdd to TechnoratiAdd to Yahoo BuzzAdd to Newsvine

Posted in: SCIENZA, SHOCK! News